Non il primo e certamente nemmeno l’ultimo video che mostra cosa l’uomo è capace di fare con delle sfere ed un tavolo da biliardo. Un vero e proprio mago delle sfere, è così che potremmo definire tranquillamente questo giocatore di biliardo, che in questo video mostra tutte le sue capacità in merito al gioco. Ovviamente […]

Clicca
e seguici su Facebook!


Biliardo spettacolo

aprile 25, 2014 2:18 AM
836
Views
Non il primo e certamente nemmeno l’ultimo video che mostra cosa l’uomo è capace di fare con delle sfere ed un tavolo da biliardo.

Un vero e proprio mago delle sfere, è così che potremmo definire tranquillamente questo giocatore di biliardo, che in questo video mostra tutte le sue capacità in merito al gioco. Ovviamente il colpo d’occhio lo vuole anche la coreografia alle incredibili prodezze, dove una bella ragazza bionda viene messa in posa per rendere i “colpi in buca” ancora più difficili e spettacolari. Talmente spettacolari, però, che la rendono quasi di secondo piano, rispetto alla vera attrazione del video: il biliardo.

Assistere ad una partita di biliardo, meglio ancora se per il titolo mondiale, è qualcosa che prima o poi nella vita bisogna fare. Anche un solo errore può essere fatale, in quanto ci sono giocatori in grado di mandare in buca tutte le sfere, una dopo l’altra, senza sbagliare un singolo colpo. L’ordine però, ricordiamo, non è casuale, ma secondo precise regole, che variano da gioco a gioco. Non solo bravura e manualità, ma anche intelligenza e strategia: capire quale colore e numero mettere in buca, con che angolo, e dove far cadere la sfera bianca che, ricordiamo per i meno pratici, non deve mai entrare in buca. Pena? La sconfitta. Per principianti come noi dello staff tutto questo può sembrare impossibile: “è già tanto se riusciamo a colpire una sfera di un colore diverso dal bianco” è stato il nostro commento pressoché unanime. La verità, però, è che basta un duro e duraturo allenamento per poter diventare professionisti. Duraturo soprattutto, in quanto serve tempo e pazienza per apprendere certe tecniche. Molti giocatori professionisti hanno iniziato da piccoli, sul tavolo del nonno, o da ragazzi tra gli amici a scuola. Nonostante però, ultimamente, questo bellissimo gioco sia sempre meno di moda tra i giovani, troppo spesso considerato “roba da vecchi”. Sarà pure da vecchi, ma tanto semplice non è!