Se abbiamo due bacini d’acqua confinanti, ecco come sfruttare la loro leggera pendenza. Ancora un altro articolo sulle Hawaii, ma questa volta per parlare di ciò per cui sono famose davvero: il surf. Le onde non mancano mai in queste isole dal mare trasparente. Surfare è una passione, ma come imparare? Ogni volta che si […]

Clicca
e seguici su Facebook!


Come creare onde da surf in spiaggia

aprile 15, 2014 5:30 PM
13,112
Views
Se abbiamo due bacini d’acqua confinanti, ecco come sfruttare la loro leggera pendenza.

Ancora un altro articolo sulle Hawaii, ma questa volta per parlare di ciò per cui sono famose davvero: il surf. Le onde non mancano mai in queste isole dal mare trasparente. Surfare è una passione, ma come imparare? Ogni volta che si cade bisogna aspettare l’onda giusta. Addirittura bisogna andare al largo a nuoto se ci si avvicina troppo a riva. Insomma, per i principianti (e non solo) può essere una perdita di tempo. Ma se invece si riuscisse a creare un canale dove surfare? E’ l’idea che hanno avuto i protagonisti di questo video geniale. Iniziano scavando un piccolo canale, per mettere in comunicazione un bacino leggermente più in alto dell’altro. Il risultato? La forza della corrente che si è instaurata ha fatto il resto, e i nostri amanti del mare possono surfare liberamente. Col passare del tempo, inoltre, il canale si allarga sempre più, aumentando la corrente e incrementando di parecchio il divertimento.

Si fanno prendere un po’ tutti dall’avventura, e anche i meno esperti si cimentano, provando a stare in piedi su ogni tavola che trovano.

Il surf è certamente lo sport del luogo, ed infatti i migliori surfisti del mondo arrivano in buona parte da questa terra. Addirittura la prima fonte storica di questo sport è contenuta nel diario di bordo del capitano James Cook (colui che scoprì Hawaii): qui vengono narrate le imprese dei polinesiani, che riuscivano a stare a a cavallo delle onde, usando semplici surf di legno rudimentali. Questo sport li divertiva assai, ed incuriosiva i bianchi, nuovi arrivati. Infatti le prima tavole veniva costruite in legno, anzi, proprio le primissime erano fatte unendo assieme 3 tronchi cavi piegati verso l’alto all’altezza della prua. Questo permetteva di avere la forma ideale per cavalcare le onde.

Voi praticate surf regolarmente? Non so se si possa fare o sia teoricamente impossibile, ma quest’esperienza è certamente ripetibile in un fiume, se non fosse per le rocce sul fondale. Meglio di certo la morbida sabbia hawaiana, ma si sa, le Hawaii sono uniche al mondo, e sempre lo saranno.